Leasing auto: sì o no? Come ottenere un prestito auto per leasing

Ci sono molte opzioni a cui possiamo ricorrere per acquistare una nuova automobile, anche se non disponiamo della cifra necessaria a farlo. Si può per esempio ricorrere a un prestito personale, e richiedere la somma di cui abbiamo bisogno, oppure optare per un finanziamento auto, ovvero un prestito mirato per l’acquisto di una vettura – in questo caso spesso si chiede aiuto a una banca convenzionata con la concessionaria, che darà al rivenditore la cifra esatta che gli spetta, e che il nuovo proprietario dovrà preoccuparsi di risarcire con tanto di interessi e spese aggiuntive. Un’altra scelta da valutare è quella di sottoscrivere un leasing auto. Sebbene tutti abbiamo sentito questo vocabolo almeno una volta nella vita, non sempre abbiamo ben chiaro in mente il suo significato. In questo articolo ne parleremo brevemente, analizzando i pro e i contro di questo tipo di contratto. Se vogliamo vagliare altre opzioni possiamo consultare il sito internet dedicato ai prestiti per auto: www.prestitiautosulweb.it.

 

Nel caso del leasing è il creditore ad acquistare l’automobile, che poi il beneficiario del finanziamento potrà utilizzare. La macchina viene quindi data in affitto al contraente del prestito, che potrà utilizzarla come meglio crede dietro un compenso mensile – dovuto appunto al proprietario.

 

Con questo tipo di sottoscrizione potremo risparmiare sui costi di bollo e assicurazione, in quanto sono dilazionati nelle varie rate mensili che andremo a pagare. Non rappresentano quindi una spesa a parte, ma sono “coperti” dal proprietario stesso, che molto spesso si occupa anche di farsi carico dei costi di manutenzione ordinaria e straordinaria del mezzo. Non essendo noi i proprietari dell’automobile nessuno può pignorarci la vettura, anche in caso di protesti e simili – ovviamente riferiti ad altri prestiti, perché in caso di insolvenza del leasing il prestatore ha diritto a rientrare in possesso dell’auto.

 

 

C’è da dire però che tale patto prevede dei costi di istruttoria e degli interessi elevati, molto più che gli altri tipi di finanziamento. L’anticipo che dovremo versare è alto, e non va bene per chi non ha una piccola somma da parte. Inoltre l’automobile sarà assicurata per un solo guidatore, ovvero colui che sottoscrive il patto.

Related posts