Com’è cambiato il rapporto tra giovani e credito nell’ultimo decennio

Come è ormai noto, il rapporto tra credito e giovani è abbastanza problematico. Si tratta infatti della categoria più attraente per le aziende del settore, ma anche meno propenso, per ovvi motivi, a prestare le dovute garanzie per ottenere prestiti. Un rapporto che comunque nel corso dell’ultimo decennio ha osservato una serie di modifiche, che sono state fotografate dal CRIF in uno studio in cui i ricercatori hanno provato a capire se e come sia cambiato da parte di giovani adulti tra i 19 e i 29 anni. In particolare le generazioni messe a confronto sono state Generation X e Millennials, sulla fonte dei dati CRIF Information Core. Una analisi da cui è emerso in particolare il fatto che i giovani adulti del 2006 avevano una maggiore fiducia verso il futuro, essendo quindi portati ad indebitarsi in misura maggiore.

I dati del rapporto

Il primo dato da mettere è proprio quello dell’indebitamento: un giovane del 2016, anno di riferimento del report, ha 14686 di indebitamento contro i 21148 di quello del 2006. Il numero medio di finanziamenti è rimasto quasi invariato, mentre la durata è scesa da sei a cinque anni nel decennio. Soltanto nel 2% dei casi, poi, il giovane del 2016 ha fatto ricorso ad un garante, contro il 12% di quello del 2006. E’ inoltre più che raddoppiata la percentuale di giovani a rischiosità creditizia, passata dal 3 al 7%, mentre i giovani del 2016 hanno mostrato una minore propensione a rivolgersi a più aziende di credito. Crescono le carte di credito, i fidi di conto e i mutui, mentre scendono i prestiti. In definitiva se i Millennials sono più portati all’utilizzo di forme diverse dal contante, coloro che appartengono alla Generation X avevano maggior fiducia nel futuro e facevano quindi un maggior ricorso al credito per soddisfare la propria attitudine al consumo.

A beneficio di entrambe le categorie ricordiamo comunque che online sono presenti molti siti web in grado di dare importanti informazioni in relazione alle possibilità di trovare soddisfacimento ai propri bisogni finanziari da parte del settore creditizio.

 

Related posts